Collegi di Pavia
MENU Logo università di Pavia
Una lunga tradizione

Pavia è notoriamente la città dei collegi, ed il contesto socio-culturale è rarissimo sia per l'Italia che per il mondo intero.
Il primo Collegio è il Borromeo, che è il collegio di merito più antico d'Italia! A seguire, appena 6 anni dopo troviamo il Ghislieri fondato da Papa Pio V, e a seguire il Collegio Cairoli, fondato da Giuseppe II nel 1781.
I restanti collegi risalgono agli anni '90, e una buona parte di quelli EDiSU sono stati fondati da Plinio Fraccaro, che ha sempre creduto in un ruolo importante per i collegi nella città di Pavia.

"In collegio lo stile di vita è semplicemente inimitabile"
Federico M.
Goliardia e vita collegiale

Nella maggior parte dei collegi c'è ancora quella che viene chiamata "Goliardia" ovvero una attività studentesca che ha il compito di unire i nuovi arrivati nella grande famiglia collegiale. Spesso durante i primi mesi di permanenza le matricole collegiali dovranno passare prove, test, esercizi e altre avventure che doneranno loro ricordi indelebili nella vita.
La grandezza contenuta di questa città però favorisce un notevole scambio di capitale umano, le relazioni sociali che si stringono in una città come Pavia sono moltissime, anche in proporzione a città più grosse (come Milano ad esempio) siccome in quanto tali, sono molto dispersive.

Vivere anche lo sport

La collegialità Pavese si manifesta particolarmente durante le competizioni sportive intercollegiali. Gli sport coperti sono molti, dal calcio al basket, da pallavolo a beach volley.
Durante le partite però le parti emozionanti non sono solo le azioni dei giocatori in campo, ma anche delle tifoserie sugli spalti, siccome per supportare il proprio collegio gli studenti si ingengano con cori e coreografie sempre originali, che rendono la partita una esperienza vissuta a 360 gradi.